L’insegnante di sostegno è la figura professionale dedicata ai bambini con bisogni educativi speciali, in Italia, nonostante ci sia un estremo bisogno di tali figure, le lungaggini burocratiche rappresentano un motivo di rinuncia da parte degli aspiranti insegnanti di sostegno.

Tuttavia la possibilità di svolgere il medesimo percorso di specializzazione presso atenei rumeni semplifica di molto le cose; al termine del master viene rilasciato un titolo che viene riconosciuto dal MIUR con pochi semplici passaggi, permettendo di lavorare in Italia sin da subito. 

Il percorso di specializzazione al sostegno sostenuto in Romania è valido in tutti i Paesi dell’Unione Europea e riconosciuto in Italia grazie al decreto legislativo n°206 del 6.11.2007. 

La validità della specializzazione al sostegno conseguita in Romania è stata ribadita da numerose sentenze del TAR tra le tante n.5316/2020 del 20/05/2020 e la n. 7616/2020 del 02/07/2020, nelle quali il MIUR viene condannato a riconoscere come validi i titoli di specializzazione al sostegno conseguiti in Romania, nonchè la recentissima ordinanza n°5978 del 5 novembre 2021 del Consiglio di Stato ha nuovamente visto soccombere il MIUR. 

Conseguire la specializzazione al sostegno in Romania vuol dire avere una formazione completa, che tenga conto delle basi e competenze pedagogiche, psicologiche e mediche necessarie all’assistenza di bambini con disabilità fisiche o mentali.

Per poter accedere all’università è necessario dapprima ottenere l’equipollenza del proprio titolo di studio presso il Ministero dell’istruzione Rumena, ed ottenere la certificazione linguistica di rumeno.

Join the discussion 17 Comments

Leave a Reply